giovedì 31 dicembre 2015

Webar: Buone Feste e Felice Anno Nuovo. Ospite stasera Giuseppe Nicolò (l'uomo dei grammofoni) e tanta buona musica.





…per chi arriva, per chi è di passaggio, per chi vuole trattenersi sorseggiando un buon vino o gustare una birra, per chi non ha sonno e chiede un caffè
… e le delizie gastronomiche, gli amici, gli ospiti, la musica dal vivo, mentre la moka gorgoglia, e il giusto calore al Webar  

Oggi si chiude l'anno, diamo il benvenuto al 2016 con entusiasmo e forza continuando ciascuno di noi nel nostro microcosmo "a fare" e "fare bene". Vorrei davvero seppellire quest'anno e svegliarmi migliore. Cercherò di farlo ed è questo il mio augurio: 
Un Anno più Buono, davvero più Buono per tutti Voi!

Quest'anno è venuto a trovarmi un amico speciale: L'uomo dei grammofoni
Lui è Giuseppe Nicolò (per conoscerlo meglio qui), per gli amici Peppe, ci porta vino, cibo, buona musica, qualcosa di sé solo per noi e ci dice di amare la vita.

mercoledì 30 dicembre 2015

Capodanno e dintorni: L'Olimpo degli dei e le renne lapponi a Reggio Calabria + il Pandemonio a Modena. Paese che vai…



Se siete cacciatori di occasioni, shopper compulsivi,  amanti dell’ultima tendenza, se cercate  gli outfit perfetti per il party di Capodanno, devo sorprendervi: siete obbligati a ricominciare la ricerca.



Mat Devine, frontman della rock band Kill Hannah, durante un servizio fotografico (su La Carmina)



Se la voglia è quella di fare una sosta per conoscere civiltà scomparse, popoli lontani o assistere al finimondo, fermatevi qualche istante.

Al Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria (qui l'archeovirtualtur) la mostra "Olimpo. Dei ed eroi nell’antica Grecia" dal 22 dicembre 2015 al 31 marzo 2016

mercoledì 23 dicembre 2015

CHIUDI E VAI! – Viaggi calabresi di un capotreno esistenziale (il diario di Antonio Calabrò)


Antonio Calabrò incontra l'ultracentenario Vincenzo Scali durante uno dei suo viaggi in treno 

«Mai preso caffè e mai fumato sigarette. Solo adesso, da qualche tempo, al mattino, un goccio appena di caffè. E poi abbondante latte, con un biscottino, a volte.  “Mi vedete pancia, voi ?” mi chiede.
“Mangiare poco e camminare assai. E il vino solo adesso, dopo i novant’anni. Mezza tazzina dopo dei pasti. Così, per la circolazione. Ma camminare , camminare assai.” Ed è vero. Mi raccontano di una sua recente camminata chilometrica, dopo aver perso il treno. »

A parlare è il signor Vincenzo Scali, 103 anni, a raccontare è il signor Antonio Calabrò, capotreno. La chiacchierata credo sia avvenuta nel 2013, oggi il signor Scali ha compiuto i 105 anni e il signor Calabrò ha pubblicato CHIUDI E VAI! – Viaggi calabresi di un capotreno esistenziale (Disoblio Edizioni), non si può certo dire che non ne abbiano fatta di strada.

domenica 20 dicembre 2015

Il Poeta della domenica... i Poeti del lunedì di Anassilaos a casa Laruffa-Luppino e altri ospiti


«Un Natale allegro! o che motivo hai tu di stare allegro? che diritto? Sei povero abbastanza, mi pare.
 - Via, via... Che diritto avete voi di essere triste? che ragione avete di essere uggioso? Siete ricco abbastanza, mi pare. » (Charles Dickens, Un canto di Natale – da Liber Liber qui)

A tutto ci si abitua, anche alla bellezza, a forza di vederle le cose non ti stupiscono più, le sfiori, le attraversi e non ci fai più caso. La prima volta no, la prima volta hai l'espressione da "deficiente", le labbra semiaperte, l'occhio sgranato e il corpo irrequieto che non riesce a stare fermo. Non capita tanto spesso, ma quando accade hai voglia di gridarlo scriverlo ai quattro venti (insomma, una cosa del genere).

Vi accompagno nella "cripta" dello show room Laruffa Luppino qui (a Reggio Calabria) sotto le volte nude, recuperate grazie alla sensibilità dei curatori, in via del Torrione. Siamo nell'area Griso-Labocetta , una delle aree archeologiche più importanti della città (qui).

giovedì 17 dicembre 2015

Una casa da funghi: Phil Ross e la mycotecture. Per il futuro "fungi mainstream".


Phil Ross con in testa un vaso di fungo, immagine blogs.scientificamerican.com qui

Ieri qui ha piovuto, finalmente, odore di terra bagnata, ci voleva proprio! Non è durata molto, il tempo necessario di farmi venire voglia di funghi, lo so e ve l’ho anche detto che non è vero che i funghi spuntano dopo la pioggia, lo avevo scritto parlando di buche qui,
Che dirvi, saranno gli odori, le frasi fatte, ma io ho l’acquolina, un piatto di funghi arrostiti, trifolati o crudi con insalata, scaglie di parmigiano e un filo di balsamico.

Ha ragione un mio amico, ogni tanto s’indigna ed esclama: “Pensano solo a mangiare!”.
Anch’io, eccomi ridotta come Homer Simpson: “Non rimandare a domani quello che puoi mangiare oggi!”. Fortuna che al mondo esistono tipi umani evoluti, quelli che ad esempio solo guardando una pallina scivolare nel fango  hanno l’intuizione e tac ti realizzano la penna “a sfera”.

Io guardo un fungo e penso al grado di soddisfazione del mio stomaco, Phil Ross al contrario guarda un fungo e pensa ad un’alternativa sostenibile al legno, alla plastica, ai materiali di uso comune.

Chi è Phil Ross?

domenica 13 dicembre 2015

Il Poeta della domenica... Hans Magnus Enzensberger


[…] siamo stati delusi, duramente delusi, per tutta la vita. Strano dunque che per tutta la vita, sempre daccapo, abbiamo creduto alla bontà dell’uomo – e creduto in genere. 


C’era qualcosa

C’era qualcosa di buono
prima,
altrove.
Peccato
che sia così difficile
ricordarsi
di qualcosa di buono.
Sapere
com’era davvero.
Come davvero era.

mercoledì 9 dicembre 2015

La parola "ignoranza" mi terrorizza! Città laboratorio per un futuro sostenibile e lo spettro dell'analfabetismo...



Qualche giorno fa sono stata a Cosenza per il primo incontro di Rete Innovazione Sud (per vivere in un luogo lo devi conoscere, ed è quello che sto cercando di fare; per sopravvivere basta il sentito dire!), ci sono arrivata grazie al fortunato incontro con i giovani di Pensando Meridiano qui

Cornice meravigliosa, la Villa Rendano della Fondazione Giuliani qui, ma ad appassionarmi sono state soprattutto le persone, e di riflesso anche i gruppi e le associazioni, intervenute per dare vita ad un progetto di cambiamento che parta dal basso, creando legami e sviluppando competenze da condividere per “rigenerare” il territorio.

venerdì 4 dicembre 2015

Stazione FS R.C. S. Caterina: lo scrittore Gioacchino Criaco corre "Il saltozoppo".


«Bisogna ritornare sui passi già fatti, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito.» (José Saramago da Viaggio in Portogallo)

Ho ri-citato Saramago perché difficilmente avrei potuto meglio presentare e tirare i fili di un incontro.

Per un attimo torniamo indietro, torniamo al 31 agosto 2014. Tenete a mente questa data!


martedì 10 novembre 2015

San Martino: traslochi, castagne e vino sul sagrato della Cappella delle Brunate.



In un tempo che fu, tra i contadini che furono, si usava dire “fare San Martino”, ossia cambiare casa e lavoro. A novembre, dopo la semina, i contadini che non avevano rinnovato il contratto di lavoro per l’anno successivo partivano alla ricerca di un nuovo padrone, un nuovo fondo e una nuova casa.

domenica 25 ottobre 2015

Il Poeta della domenica... il Viaggio

«Il nostro destino viaggia su un mare mai attraversato, dove le onde si susseguono in un gioco incessante di rimpiattino…» (R. Tagore)


Il viaggio
I
Per il fanciullo, che di mappe e stampe
è appassionato, l´universo è pari
alla sua brama illimitata. Il mondo
come è grande alla luce delle lampade,
e com´è, invece, agli occhi del ricordo,
meschino! Noi partiamo all’alba, colmo
il cervello di fiamma, il cuore gonfio
di rancore e di amari desideri,

domenica 18 ottobre 2015

Osip Mandel'štam... Il Poeta della domenica.


«... gli uomini conserveranno le poesie… se ne avranno bisogno, le troveranno da soli, 
 trovano sempre quello di cui hanno bisogno»


Un tonfo cauto e sordo – un frutto
dal ramo s’è staccato via –
tra l’incessante melodia
del bosco che riposa muto…

                                             1908

giovedì 24 settembre 2015

Non si può tornare indietro, io devo!

La mia mamma e ... va be', sono io parecchi centimetri fa


Pochi giorni fa ho letto sulla pagina Fb di Ferruccio Gianola questo post:

“Ci sono blogger che spariscono. Pubblicano post per dieci giorni di fila,  vengono a trovarti tutti i giorni. Poi, all’improvviso spariscono. Per un mese sono come morti. 
Nulla di male,  succede. …”  qui

Qualche giorno prima l’amico Francesco Masala mi suggeriva la lettura del post di Anforhà:


domenica 20 settembre 2015

Il Poeta della domenica... Boris Vian

"Non vorrei crepare"


Non vorrei crepare 

Non vorrei crepare 
Prima d'aver conosciuto 
I cani neri del Messico 
Che dormono senza sognare. 
Le scimmie a culo nudo

domenica 13 settembre 2015

Il Poeta della domenica... Giacomo Leopardi

Io non ho bisogno di stima, né di gloria, né di altre cose simili; ma ho bisogno d'amore.


XXVIII .  A se stesso

Or poserai per sempre,
Stanco mio cor. Perì l'inganno estremo,
Ch'eterno io mi credei. Perì. Ben sento,
In noi di cari inganni,
Non che la speme, il desiderio è spento.

giovedì 23 luglio 2015

Buone Vacanze cari amici vicini e...

Cari amici vicini e lontani, di carne e di web, cari passeggeri in fermata, in transito, in andata, in ritorno, in andata e ritorno,  per un po' non verranno pubblicati nuovi post. 

Riprenderò a settembre... Vi aspetto 

Grazie di cuore per essere stati con me un altro anno.
Caldo o non caldo Vi abbraccio forte. 

Godete sempre al massimo di ogni cosa.




«Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: "Non c'è altro da vedere", sapeva che non era vero. La fine di un viaggio è solo l'inizio di un altro.» 
José Saramago (sempre da Viaggio in Portogallo)

Dovrò andarci prima o poi...




  • Le immagini in questo post sono presenti solo a scopo illustrativo. Copyright dei rispettivi aventi diritto che ringrazio



martedì 21 luglio 2015

6PM Your Local Time Europe #6PMEU - 350 artisti + 23 paesi + 100 postazioni = 1 Europa



6PM Your Local Time Europe è un grande evento d’arte contemporanea che la sera del 22 luglio 2015 coinvolgerà musei, istituzioni, gallerie e artisti da tutta l’Europa, ideato dal Link Art Center (Centro di ricerca di arte contemporanea e new media con sede a Brescia qui ) e realizzato in collaborazione con Abandon Normal Devices (AND) e Gummy Industries.

martedì 14 luglio 2015

Max Serradifalco, Google Heart e il pianeta Terra come non l’avete mai visto.

 "La Sicilia in Polinesia", Oceania 2013 (Web Landscape Photography) - ©Max Serradifalco

Alcuni hanno scritto nel nome il loro destino, Nomen omen, così credevano i romani e quasi quasi ci credo anch’io.

Voglio iniziare presentandovi il “Nomen”:

- “Lui” è una delle creature più veloci del pianeta, una specie cosmopolita, per gli antichi egizi il dio del cielo. Colui che aveva gli elementi al suo comando, Horus e il suo occhio che tutto vede.

Eccolo: il falco!

domenica 12 luglio 2015

Il Poeta della domenica... incursioni nei blog





Lei non ha resistito, io non ho resistito...

dal blog di bibliomatilda qui


Ode a Samo

Coloro che si sentono addosso
la pesante bronzea mano della paura
si tengano pure il giogo della schiavitù;
vuole virtù e coraggio
la libertà.

domenica 5 luglio 2015

Il Poeta della domenica... omaggio all'Estate

"Nelle azzurre sere d’estate, me ne andrò per i sentieri, graffiato dagli steli, sfiorando l’erba nuova"



Oh estate
abbondante,
carro
di mele
mature,
bocca
di fragola

giovedì 2 luglio 2015

Che fine ha fatto l’AIDS?



[…] Passarono… l'estate in tal modo, giocando all'amore come dei bimbi giocano alla guerra o alla processione. (da Primavera e altri racconti, Giovanni Verga)

Pare sia facile giocare all’amore. D’estate lo è ancora di più, sarà la luce, la vacanza, lo stress che si allenta, la serotonina che aumenta, i sensi che si dilatano e i vestiti che si restringono. L’estate ci permette di esibire il corpo e l’immaginazione, cari miei, galoppa, la serotonina aumenta e le endorfine: basta uno sguardo e vanno in delirio.

domenica 28 giugno 2015

Il Poeta della domenica... Akiko Yosano

"... una stella che sussurrava sotto la tenda della notte"

Per punire
gli uomini dei loro peccati infiniti
Dio mi ha dato
questa pelle chiara
questi lunghi capelli neri.

giovedì 25 giugno 2015

Come domare il maremoto dei Big Data? Ci pensa il Data Scientist, lo “scienziato” più sexy del nostro secolo.



«… Ricevi una e-mail. Contiene un’offerta per un personal computer. Sembra che il venditore abbia letto nella tua mente, visto che solo poche ore prima avevi guardato dei pc sul loro sito. Mentre sei alla guida, verso il negozio per acquistare il computer, ti arriva un coupon con uno sconto per un caffè dal bar che stai per incrociare. Dice che poiché sei in zona avrai un 10% di sconto se ti fermi nei prossimi 20 minuti. Stai bevendo il tuo caffè e ricevi le scuse dal produttore di un tuo recente acquisto che ieri hai criticato sulla tua pagina Facebook. 
Appena tornato a casa ricevi una notifica per un’offerta speciale su un’ armatura, per il tuo personaggio nel tuo videogioco online preferito, è sarebbe proprio quello che ti serve per superare alcuni posti dove stai combattendo….
Sembra una follia? Sembrano cose che apparterranno ad un futuro distante? No. Tutti questi scenari sono possibili oggi!...»

Sono parole tratte dal libro Taming the big data tidal wave  di Bill Franks, Chief Analytics Officer per Teradata, membro di facoltà dell’International Institute for Analytics e blogger. qui

domenica 21 giugno 2015

Il Poeta della domenica... Katherine Mansfield


"... assoluta felicità! come se si avesse appena ingoiato un luminoso frammento di... sole"


Nella valle del Rangitaiki

Oh valle ondulata di ginestre,
incantevole, incantevole luce,
cuore del mondo, oro rosso!
Ferma tra fiori alti fino al petto,
mi colpisce come l’onda
di un magico mare dorato.

giovedì 18 giugno 2015

Sogno di una notte d’inizio estate: case sull’albero, passeggiate in fondo al lago e il giorno del solstizio d’estate.

Katy Perry  videoclip "Roar"

Quando sogno mi piace ancora farlo alla grande. Vi sarà capitato di ritornare sui luoghi dell’infanzia, e vi sarà anche capitato di constatare come una stanza, un posto che da bambini vi sembravano smisurati, da adulti vi appaiono minuscoli. Così sembra accadere con i sogni. Da piccoli si sognava con magnificenza, piano piano negli anni i sogni sono andati a rimpicciolirsi  e direi a immiserirsi, diventando gretti e soprattutto materialisti.


domenica 14 giugno 2015

Il Poeta della domenica... Edoardo Sanguineti

"se d'amore si muore, siamo morti... se d'amore si vive, siamo vivi:"


Occorre andarci cauti, con l'amore, devi saperlo: i suoi                                    

terribili eccessi producono
eccessive malizie (e una molto maligna terribilità):
                                         ma è una celebre proposizione,
che ho appreso adesso appena, quella che afferma che
                                          riescono bene, esclusivamente
se non sono indirizzate a nessuno, talune scritture:
                                   (se nascono per l'oggetto stesso):

giovedì 11 giugno 2015

Aimee Mullins & Hugh Herr. Quando non avere le gambe ti porta lontano.

Aimee Mullins in "La donna ghepardo" - Cremaster 3 di Matthew Barney 

Succedono, nel corso della nostra vita, eventi inaspettati, accadimenti stravolgenti, traumatizzanti, mutilanti. Fatti a cui non riusciamo a reagire, una perdita, un lutto, una malattia, un incidente. Se il nostro corpo riesce a produrre proteine per combattere gli elementi estranei, gli anticorpi per intenderci, la nostra mente non sempre è in grado di elaborare un piano per affrontare e superare gli episodi sconvolgenti che naturalmente incontra. Il cervello, questa meravigliosa macchina, elabora e decifra gli stimoli che arrivano dall’esterno, si connette e si disconnette col mondo. Pensa, ragiona, inganna, crede, gode e soffre in modo diverso per ciascuno di noi.

E noi spesso, più che spesso, di fronte alle avversità ci piangiamo addosso.


domenica 7 giugno 2015

Il Poeta della domenica... John Clare

"Anche quelli che meglio ho conosciuti sono ignoti, anzi, ignoti più degli altri."

Io sono
Io sono! Ma chi sa cosa? E a chi importa?
Nel ricordo degli amici scomparso.
Mi consumo fra dolori e torti;
Appaiono e scompaiono, nell’oblio disperso,
Ombre della vita, il vero spirito perso.
Eppure io sono e vivo, anche se sbattuto

giovedì 23 aprile 2015

I 100 anni del genocidio armeno. Diamanda Galás, la morte canta!


16 ragazze crocifisse - Malatia Armenia 1915 (Auction of Souls)
«Una canzone? È teatro, film, romanzo, idea, slogan, atto di fede, danza, festa, lutto, canto d’amore, arma, prodotto deperibile, compagnia, momento della vita.», sono parole di Georges Moustaki a cui aggiungerei anche denuncia, meditazione, testimonianza.

giovedì 2 aprile 2015

Webar: la paura. Ospiti "Happy Family" di Salvatores, Gang, Nana, Ragazzi di via Agliè, Noy Alooshe, Shadìa Mansour, Eminem, Mashrou Leìla, Bruno Lauzi & Georges Moustaki. Slec e Francesca Iacoviello



…per chi arriva, per chi è di passaggio, per chi vuole trattenersi sorseggiando un buon vino o gustare una birra, per chi non ha sonno e chiede un caffè
… e le delizie gastronomiche, gli amici, gli ospiti, la musica dal vivo, mentre la moka gorgoglia, e il giusto calore al Webar 

martedì 31 marzo 2015

Picchia il gay, picchia la moglie, picchia chi non è conforme! Torino aggressione omofoba, studente picchiato sull’autobus. Foligno picchia la moglie al nono mese di gravidanza. Kabul lapidata per aver bruciato, forse, una copia del corano... Una lettera di Seth Andrews


Aggressione ad un ragazzo gay durante il 'Kiss-Day'. Russia 2013

Una lettera

«Impari molto sulle persone quando dichiari che non intendi vivere la tua vita secondo le loro regole.
E molti in questa sala conoscono bene le conseguenze di fare qualcosa di così sconvolgente come essere un individuo, una voce diversa, spesso curiosa, con il suo timbro, il suo stile, la sua melodia,  il suo messaggio.

domenica 29 marzo 2015

Il Poeta della domenica... Jacques Prévert


"Nessuno guarda più il sole. Gli uomini son diventati quello che sono... camminano guardando per terra... E pensano... pensano... non la smettono di pensare"


Compito in classe

giovedì 26 marzo 2015

È primavera, si sveglia la foresta di Ericailcane per raccontarci del misero uomo.

"LA FORESTA" - COURTESY OF ©ERICAILCANE.IT

“È primavera... svegliatevi animali alle cascine, messere Aprile fa il rubacuor…” Chissà se anche gli animali di Ericailcane, con le dovute licenze, poetiche intendo, canterebbero questa vecchia canzone. E sì, è l’ora del risveglio dal lungo letargo invernale, la chiocciola sfonda la parete della sua casetta, il riccio abbandona la sua tana e si stiracchia, il ranocchio si scrolla il fango di dosso per farsi baciare dal primo sole o da qualche vecchia nostalgica principessa (di questi tempi gli va proprio male ai ranocchi senza un trono in Tv).

domenica 22 marzo 2015

giovedì 19 marzo 2015

Il peso delle donne. “Thin woman, lasting marriage”, ossia: "Donna sottile, matrimonio lungo".


La modella Denise Bidot, foto Victoria Janashvili

La perfezione sta nella magrezza, sta nell’entrare in una taglia XS. Arriva la primavera e cominciano i tormentoni della “prova costume”, che poi dico io uno il costume se lo prova comunque, basta chiedere la taglia giusta.

martedì 17 marzo 2015

Il libro conchiglia di Nicola Pezzoli: Chiudi gli occhi e guarda.



Infine nel 2015 finalmente venne alla luce. Non venne alla luce Nicola Pezzoli, ma il Primo Pezzoli. Il terzogenito, no! È Corradino, la sua memoria. Non sapremo mai se la sua sia una memoria scritta o

giovedì 12 marzo 2015

Le sorprese di Marzo: Equinozio di Primavera con Eclissi di Sole, “La grande maratona Messier” e "La Marea del secolo"

Foto © Silvia Pareschi  ninehoursofseparation.blogspot.it (qui)

Non ci faremo mancare nulla per il cambio stagione, via i cappotti e indossate gli occhiali per il sole, non quelli da sole mi raccomando, procuratevi gli occhiali con i filtri giusti, quelli da eclissi, per guardarlo il sole.

martedì 10 marzo 2015

La prima volta/2. Una rivista porno, confezione regalo.


Potrebbe essere il ricordo più istruttivo. Comunque lo si legga, fuori dalla morale spicciola, anche oggi ha una sua utilità.  

Io e P. eravamo i due opposti, lei bionda, io mora, lei azzurra, io nocciola, lei che si sforzava di procedere dentro il binario e io col desiderio di sconficcarli i binari. E ci scrivevamo lettere, con la penna e su un foglio di carta, magari stropicciato. 

sabato 7 marzo 2015

8 marzo 2015: Donne voi valete nulla!

Merhi Somayeh  e sua figlia Rana,  Foto Ebrahim Noroozi (qui)
“…Il mondo mi ha voluto per 19 anni. Quella terribile notte sono io che sarei dovuta morire. Il mio corpo sarebbe stato gettato in qualche vicolo dimenticato della città…

Io ho imparato che a volte occorre lottare.



martedì 3 marzo 2015

Libera: 100 passi verso il 21 marzo - Adotta una vittima di mafia


"La verità illumina la giustizia", questo lo slogan scelto per la  XX Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si svolgerà a Bologna il 21 marzo 2015  (qui), promosso da Libera e Avviso Pubblico.


giovedì 26 febbraio 2015

Premi Oscar 2015. Patricia Arquette, l'America delle donne e la Giornata europea per la parità retributiva.


La reazione delle attrici Maryl Stripp e Jennifer Lopez al discorso di Patricia Arquette

Patrizia Arquette alla notte degli Oscar infiamma la sala ed elettrizza Meryl Streep col suo appello: «Parità di retribuzione per tutte le donne!»

domenica 22 febbraio 2015

È morto il Maesto Luca Ronconi. La sua rivoluzione si chiama Teatro!

"Talvolta mi sento come uno che vive le vite degli altri. Come questi personaggi a cui sto lavorando, che sembrano sempre stare da un’altra parte, e quando intuiscono che invece la vita è questa, quella che vivi, che ti giochi una volta sola, sono assaliti dal panico."
C'era il Maestro Luca Ronconi fino a ieri. È morto il 21 febbraio 2015 al Policlinico di

il Poeta della domenica... Cesare Pavese

"Tu sarai amato, il giorno in cui potrai mostrare la tua debolezza, senza che l'altro se ne serva per affermare la sua forza"


E allora noi vili

giovedì 19 febbraio 2015

Se la giornata va storta prendi a calci il cane! Google, la Boston Dynamics e i suoi BigDog

Foto da insanestreetfights.com
C’è chi si sfoga al sacco, chi si fa 5 chilometri di corsa, parliamoci chiaro: - La rabbia repressa fa male! La collera soffocata sfocia nello stress, causa disturbi psicosomatici, procura gravi disagi che

domenica 15 febbraio 2015

Il Poeta della domenica... Edgar Lee Masters (Spoon River)


"... Siete sommersi nella tinozza di voi stessi - tabù, regole, apparenze, sono le doghe della vostra tinozza..."

 Lapide di Francis Turner

Torna su