domenica 28 settembre 2014

Il Poeta della domenica... Langston Hughes



Blues di nostalgia


Il ponte della ferrovia
è un canto triste nell’aria.
Il ponte della ferrovia
è un canto triste nell’aria.
Quando passa un treno
Vorrei andare chissà dove.
Sono sceso alla stazione.
Avevo il cuore in bocca.
Sono sceso alla stazione.
Avevo il cuore in bocca.
In cerca di un vagone
Che mi portasse al Sud.
La nostalgia, Signore,
è una cosa orribile.
La nostalgia,
è una cosa orribile.
Per frenare il pianto,
apro la bocca e rido.

Langston Hughes, Poesie

Traduzione di Stefania Piccinato


9 commenti :

  1. Ho appena finito di leggere l'autobiografia della sua amica Nina Simone, che lo cita spesso. Coincidenze :-)

    RispondiElimina
  2. Adoro questo appuntamento dei poeti della domenica: vi si incontrano vere perle. Come questa poesia

    RispondiElimina
  3. orca: è sparito il mio commento......

    RispondiElimina
  4. ...e sicuramente tu potrai apprezzarne meglio la musicalità del verso e le sottili sfumature intimiste nella sua lingua.

    RispondiElimina
  5. Mi spiace Ody ti avrei letto volentieri... leggo il tuo disappunto. Confido di rileggerti e che la tecnologia sia dalla nostra.

    RispondiElimina
  6. qui dalla voce di Langston Hughes:

    http://brbl-archive.library.yale.edu/exhibitions/langstonhughes/av.html

    qui un'altra cosa:

    https://www.youtube.com/watch?v=Js2PxscZOlk

    RispondiElimina
  7. Grazie franz per le segnalazioni. Come ho risposto a Silvia Pareschi, lei potrà godere appieno della musicalità del verso così come nasce. Ma è stato ugualmente bello ascoltare.

    RispondiElimina
  8. Niente di vitale o elevato. Dicevo solo che mi piacciono questi appuntamenti della domenica perché mi danno modo anche di fare scoperte (o riscoperte) di livello

    RispondiElimina
  9. Mi fa molto piacere quello che scrivi, sarebbe stato un peccato non leggerlo. Grazie due volte, l'hai dovuto anche riscrivere :-)

    RispondiElimina

Torna su