sabato 6 febbraio 2016

Roma, Bari e Reggio Calabria oggi appuntamento in piazza per legalizzale lo stupro.

   



  •  "Bari, Reggio Calabria, Roma. Sono queste le tre città che ospiteranno un raduno di fan del misogino Daryush Valizadeh che, con lo pseudonimo di Roosh V, pubblica e vende libri che parlano di singolari metodi di seduzione e delle maniere in cui un uomo può forzare la donna quando è fragile, puntando sul suo senso di colpa, meglio se si tratta di una ragazza con disordini alimentari, e mai fermarsi ai “No” approfittando della sua ubriachezza.


Nella fase matura di questo grandissimo scrittore egli è arrivato alla originale conclusione per cui si dovrebbe rendere legale lo stupro, se realizzato “su suolo privato”… “affinché le donne si assumano le proprie responsabilità ed evitino eventi facilmente prevenibili” […]

da ilfattoquotidiano.it  continua a leggere qui


Scena tratta da Arancia Meccanica

  • REGGIO CALABRIA - Circola in rete da giorni e sembrava solo una disgustosa e greve bufala da socialnetwork ma a quanto pare la realtà potrebbe essere ben peggiore di ogni folle immaginazione. Sabato sera, ore 20 davanti il Museo archeologico, sono attesi anche a Reggio Calabria i fanatici del gruppo neomaschilista “Return of Kings” per un raduno dei seguaci dello scrittore americano Roosh V, tristemente noto alle cronache, certamente non letterarie, come teorico della proposta “di rendere legale lo stupro se commessa su una proprietà privata e rendere la violenza compiuta su una donna non punibile dalla legge se fatta fuori dal suolo pubblico”.

Roosh è il guru di Return of Kings, gruppo di neomaschilisti internazionali che hanno inaugurato una serie di raduni per discutere delle loro “tematiche” e soprattutto della legalizzazione dello stupro. Hanno un omonimo sito mentre da tempo ormai contro l’autore americano, disgustosamente convinto che “i suoi libri siano una guida per dormire con tonnellate di donne”, è stata lanciata una petizione su Change.org con migliaia di firme per togliere i suoi volumi e soprattutto la serie Bang, dal portale di Amazon, anzichè lasciar lucrare l’azienda di Seattle “con i consigli da uomini per gli uomini su come sopraffare e stuprare le donne”.

Sabato 6 febbraio è la data che i neomaschilisti hanno cerchiato di rosso in tutto il mondo ed in Italia hanno fissato gli incontri alla stessa ora in tre città: Roma, Bari ed appunto Reggio Calabria come visibile consultando il sito che prevede l’elenco dei summit dei misogini. Addirittura per essere certi di non sbagliare il luogo del raduno l’elenco del sito propone anche una foto del posto. All’ultimo minuto utile il sito diffonderà la parola d’ordine necessaria per riconoscersi. La “base” locale avrà organizzato l’incontro e si partirà alla volta della località concordata. L’allarme su questo raduno di matti, che pare avere tutti i connotati dell’inverosimile, parte però da un’esperta di studi di genere che da tempo tiene sotto controllo il fenomeno “Return of Kings”.

Giovanna Vingelli è ricercatrice di sociologia generale presso la Facoltà di economia dell’Università della Calabria, nonchè direttrice del centro interdipartimentale di Women’s Studies “Milly Villa” sempre dell’Università della Calabria. La Vingelli ha preso contatto con la collettiva Autonomia di Reggio Calabria avvertendo dell’incontro e facendo partire la mobilitazione con il passaparola. 

Il primo passo naturalmente è stato quello di avvisare le forze dell’ordine. L’assessore comunale alla Legalità Giovanni Muraca ha notiziato l’affaire da reato penale alla Digos ed ha allertato anche gli uomini della municipale: «Monitoreremo la situazione: se si dovessero radunare con l’intenzione di discutere di quest’orribile robaccia troveranno pane per i loro denti». […]

da ilquotidianoweb.it leggi tutto qui




Daryush Valizadeh noto anche come Roosh Valizadeh , Roosh V e Roosh Vorek , è uno scrittore americano noto per i suoi scritti controversi sulla seduzione e l’antifemminismo . È il leader di un movimento che egli definisce "neomaschilista".

Roosh scrive sul suo blog personale e possiede anche il sito Il ritorno del Re, dove pubblica articoli di altri su argomenti correlati. Roosh ha auto-pubblicato 15 libri, molti dei quali offrono consulenza agli uomini su come avere rapporti sessuali con le donne in paesi specifici. I suoi scritti hanno ricevuto critiche diffuse, comprese le accuse di misoginia e la promozione dello stupro.
[…]
Nel febbraio 2014, il Daily Dot Magazine ha nominato Roosh "il più infame misogino del Web"…
[…]
Nel mese di luglio 2015, Sara Parker-Toulson di Vancouver ha lanciato una petizione su Change.org per impedire a Roosh di entrare in Canada, accusandolo di violare le leggi canadesi per istigazione all’odio.

da Wikipedia leggi tutto qui

Non so se si tratta di un personaggio costruito, non so se la notizia sia una bufala o sia talmente inverosimile da essere vera, non so.
So solo che oggi mi sento molto triste.
Se nel 419 Agostino d’Ippona ragioni culturali lo portavano a scrivere:
“Non può esserci dubbio che è più consono all'ordine della natura che l'uomo domini sulla donna, piuttosto che la donna sull'uomo. Questo è il principio che emerge quando l'apostolo (Paolo) dice, «La testa della donna è l'uomo» e, «Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti». Anche l'apostolo Pietro scrive: «Sara obbediva ad Abramo, chiamandolo padrone» (Sant'Agostino, Sulla Concupiscenza, Libro I, cap. 10.)


Trittico Del Giardino Delle Delizie, particolare - Hieronymus Bosch, 1880-1890


Oggi si dovrebbe pensare di aver superato questo atteggiamento culturale che considerava gli uomini superiori alle donne.

Ma l’atteggiamento non è mutato, anzi viene spesso accompagnato dall’odio e gli stessi diritti acquisiti in tanti secoli di soprusi e lotte sembrano oggi vacillare in tutti i campi, dalla famiglia, alla sanità, ai luoghi di lavoro, al ruolo pubblico e sociale che la donna occupa.

So solo che oggi mi sento molto triste.

Non sono arrabbiata, non sono delusa, né amareggiata, solo molto triste.

Ero dubbiosa sul pubblicare o meno questa notizia, per non dare peso e soprattutto “notorietà” a questi “personaggi”, alle scempiaggini che blaterano (anche davanti alla parola fan sono rimasta interdetta), lasciare che tutto, se come pare sia reale,  passi sotto silenzio e convincermi che senza il tam tam mediatico figure di tale intelligenza vengano risucchiate nell’oblio, nella dimenticanza, come se non fossero mai esistite.




Accade però che spesso il tacere, il non dare importanza agli eventi, chiudere gli occhi e le orecchie, fa sì che le storture di una società si alimentino e si fortifichino, e parlarne poi diventa ancora una volta “troppo tardi”. Il silenzio non sempre è saggio...

Bisogna anche parlare e sapere e conoscere e lottare, ognuno con i propri strumenti e soprattutto fare spesso il punto della situazione, per non perdere del tutto quello che a fatica si è conquistato.

Diceva Emmeline Pankhurst verso la fine del 1800 che “dobbiamo liberare metà della razza umana, le donne, cosicché esse possano aiutare a liberarsi l'altra metà.”

Questa battaglia è appena iniziata!


  • Le immagini in questo post provengono dal web e sono presenti solo a scopo illustrativo. Copyright dei rispettivi aventi diritto che ringrazio. 


19 commenti :

  1. Non ne avevo mai sentito parlare, sembra una cosa inventata, tra leggenda urbana e provocazione situazionista. Visto i movimenti politici attecchiti in Italia negli ultimi trent'anni, temo possa attecchire anche da noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Alli, so che esistono personaggi e notizie inventate a tavolino per creare pubblico, ma ho letto il profilo su Wikipedia e altri, notizie su vari magazine non solo italiani. Anche fosse costruito resta di fatto sconcertante. Il peggio poi riesce sempre ad attecchire...

      Elimina
  2. Brividi per lo sdegno. Dilaga oggi un generale atteggiamento che schiaccia chi non è uguale al ristretto modello del dominatore. Ogni diverso va punito in quanto diverso. È più è terribile la punizione, più è anche giusta e doverosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tristezza Giovanni, invece d'impegnarci per una crescita etica, ci si raduna per la barbarie più sordida. Poveri noi!

      Elimina
  3. Sicuramente un episodio sconcertante. Come è assai triste che Roosh abbia tanto seguito.Spero che uomini e donne siano insieme nella lotta per la comune dignità e perchè le relazioni affettivo/sessuali siano basate su rispetto e tenerezza. Un abbraccio. Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza parole Maria, quando ho letto che ha pubblicato 15 libri su questi argomenti biechi ho sussultato. So che mi capisci, lo so dal tuo grande amore per i buoni libri e le buone letture.
      Ne abbiamo ancora di strada da fare, tanta.
      Una serena domenica anche a te. Baci

      Elimina
  4. Effettivamente è da non credersi!! Nel senso che è tanto assurda che uno pensa, come dici tu, possa essere una bufala! Che poi il maschilismo continui ad esistere e molto radicato, cosa nota. Prendere coscienza di sé, per noi donne è l'unica strada, e allora questi finti uomini si evireranno da soli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La crescita sembra in salita Matilda. La cronaca è piena di fatti raccapriccianti e personaggi squallidi, come se la storia, il tempo, passassero invano senza aggiungere valore, anzi portando a regressione e decrescita. E come si diceva sopra con Alli, attecchisce sempre il peggio.

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. ci mancava pure questa.
    sembra un personaggio dei film demenziali trash americani.

    un bel taglietto e via.
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema And, come dice Alligatore, che da noi possano attecchire facilmente questi movimenti sciagurati. L'hai inquadrato appieno :)
      Poi è doppiamente sul mio libro nero, questo post ha generato un loop con i tag su fb, è stato pubblicato con la copertina del tuo libro (non chiedermi nulla te ne prego) e mi è anche saltata sulla sidebar la mia micro libreria con le pubblicazioni degli amici.
      Una sfortunata coincidenza, che dirti...

      Elimina
    2. non ho capito nulla...loop tag fb...sidebar...sono termini che non conosco.

      Elimina
    3. sono solo una massa di coglioni.

      Elimina
  7. Aimè purtroppo non è una bufala.
    http://www.bufale.net/home/precisazioni-i-libri-di-rooshv-e-lo-stupro-bufale-net/#

    Persone così esistono davvero, ma se non sbaglio dovrebbero esistere anche leggi che aiutano a fermarle.
    Inneggiare allo stupro è o non è "apologia di reato"?
    Quindi a sua volta reato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto degli articoli anche su giornali esteri Vera, in Canada come hai letto c'è stata una raccolta firme per impedirne l'ingresso con l'accusa di "istigazione all'odio". Come dice And in mezzo a tanti altri problemi ci mancava anche "un personaggio che sembra uscito dai film demenziali trash americani."
      La buona notizia è, a quanto pare, che i raduni sono stati cancellati, almeno ufficialmente. La brutta è che certa gente esiste :/

      Elimina
  8. E' un po' come i raduni dei neonazisti, che dovrebbero essere vietati ma poi si tengono lo stesso. In effetti dovrebbe essere un'apologia di reato, ma spero che si trattasse solo di quattro deficienti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che più fa "imbestialire" Silvia, è la capacità che questi figuri hanno di attirare seguaci. Un bravo scrittore fa fatica a divulgare cultura, valore; questo ha scritto ben 15 libri ed organizza persino raduni. Come ha detto un vecchietto a cui ho raccontato la notizia: "non c'è più mondo!"

      Elimina
  9. S.Agostino e S.Paolo nn hanno MAI affermato Che l'Uomo deve dominare sulla donna...sarebbe contrario al vero spirito del cristianesimo in Cui nessuno domina nessuno,ma ognuno si adopera attraverso l'altro a glorificare il Padre/Madre,per mezzo del Figlio.Attenzione a nn dare interpretazioni spesso affrettate quanto prive di approfondimento.Paolo,a ragione o torto,sanciva la 'superiorita'dell'uomo inteso come ordine Naturale e rispetto dei ruoli,per il bene della coppia,nn per stabilire gerarchie di sorta.Allo STESSO modo predicava il rispetto e l'Amore per le proprie mogli,in un rapporto di autentico e mutuo Servizio.Vedere lettera ai Galati per chi nn si fosse preso la briga di verificare:) Per altro,Autori nn meno ispirati contestano questo principio ponendo la Donna come veicolo di realizzazione suprema perl'Uomo,come sua ,musa,ispiratrice.Come fu Diotima per Socrate,per intenderci.Ma,premesso Che il discorso e'speculare,vale per chi ha un interesse e prima ancora un'idea di cosa significhi,nn per chi confonde dinamiche di potere,avallate dai poteri forti, dietro false vesti,con...l'emancipazione della donna 😃 E ora ,misandriche di tutto il mondo,scatenatevi😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Songevert, premesso che non ci conosciamo, premesso che qui non ci sono "misandriche", questo intervento in un post dove si parla di "istigazione allo stupro" mi appare molto fuori luogo, e mi sarei comportata allo stesso modo se l'oggetto di tale miseria non fossero state le donne.
      Per quanto concerne la sottomissione della donna è storia antica, dipende e varia da società e periodi storici.
      Ovviamente le scritture e i comportamenti sono cose distinte, le epoche storiche, le politiche e culture del periodo di riferimento hanno il loro peso.
      Ma anche certe interpretazioni sono forzature, i concetti sono molto eloquenti!
      Si parla di quasi 100 mila streghe giustiziate, un genocidio.
      Poi come per ebrei, armeni, ruandesi e tanti tanti altri, possiamo fare letteratura e contestare e speculare, non nel senso di riflesso.
      Credo che ci siano dati innegabili e una realtà ancora più lampante.
      Per cui se la storia mi mostra certe aberrazioni, non provo a cercare interpretazioni, prendo atto senza diatribe o provocazioni.
      Anzi mi addoloro per coloro che hanno subito e subiscono soprusi, ingiustizie, prevaricazioni, offese e brutalità di ogni genere e non mi faccio paladino di pretese verità soggettive o d'intenzione, storicamente datate, che lascio agli studiosi.
      Spero solo che un giorno nasca una nuova società dove l'"ordine naturale", che ognuno si costruisce ad hoc, si basi sul convivere e lo stare accanto, con la mia utopia, del niente superiori e inferiori.
      Abbandonando le parole, che restano parole, cerchiamo, ognuno nella proprio contesto, di avvicinarci a una società dello "stare insieme".

      Elimina

Torna su